Dipingere è come recitare: il meraviglioso cast di Van Gogh

 

Da Willem Dafoe a Oscar Isaac, da Mads Mikkelsen a Emmanuelle Seigner, il cast di Van Gogh – Sulla soglia dell’Eternità – nei cinema a partire dal 3 gennaio – rende ancora più suggestivo il racconto della vita del grande maestro olandese.

Quello scelto per interpretare Van Gogh – Sulla soglia dell’Eternità è un cast straordinariamente assortito: da Willem Dafoe a Oscar Isaac, da Mads Mikkelsen a Emmanuelle Seigner, nessun ruolo è fuori posto e tutto è calibrato per far sì che le atmosfere evocate siano sempre estremamente suggestive.

Willem Dafoe

Il ruolo di protagonista è perfettamente cucito addosso alle doti di Willem Dafoe: il suo Van Gogh è infatti a dir poco sensazionale. La maestria con la quale l’attore americano dosa i movimenti e le espressioni del volto è incredibile. La sua capacità di immedesimazione (per questo film ha ammesso anche di aver imparato a dipingere) e la dedizione con la quale ha affrontato questo ruolo, lasciano a bocca aperta. Come ha commentato Julian Schnabel, “si potrebbe dire che Willem reciti una parte, ma si potrebbe anche dire che incarni uno spirito”.

Oscar Isaac

Nel ruolo di Paul Gauguin, figura centrale nell’ultima parte della vita di Van Gogh, troviamo Oscar Isaac. Per lui la gioia di girare questo film è stata soprattutto quella di poter far vivere a ciascuno spettatore un’esperienza unica. “Non mi ero mai imbattuto in un film come questo”, ha ammesso Isaac. “Julian riesce a farti sentire in modo viscerale quello che Van Gogh provava in quel particolare momento della sua vita”. Con il film di Schnabel ha dato dimostrazione di saper impersonare alla perfezione il fascino bohémien e il talento del grande pittore francese.

Mads Mikkelsen

A Mikkelsen invece è toccato un ruolo breve, ma non meno intenso. È il sacerdote che dialoga con Van Gogh durante il suo soggiorno nella clinica psichiatrica. L’attore danese viene da interpretazioni come quella dello scienziato dell’impero Galen Garso in Rogue One: A Star Wars Story o quella del terribile Kaecilius, che vede il tempo come il principale nemico della vita, in Doctor Strange. Famoso anche per aver interpretato il protagonista della serie tv Hannibal, Mikkelsen dona al suo personaggio un’aura allo stesso tempo inquietante e serafica così da farlo interagire in maniera incisiva e quasi visionaria nel profondo scambio di battute con Dafoe.

Emmanuelle Seigner

Emmanuelle Seigner fa parte di una famiglia di grandi attori francesi. Suo nonno era il celebre Louis Seigner e anche sua zia era un’attrice. Nel film di Schnabel interpreta Madame Ginoux, proprietaria di un bar dove Van Gogh si recava spesso. La parte è perfetta: le ha infatti permesso di calibrare intelligentemente la sua straordinaria sensualità alla semplicità tipica di una paesana della piccola provincia francese.

Tra gli altri interpreti di Van Gogh – Sulla soglia dell’Eternità – dal 3 gennaio nelle sale italiane – impossibile non citare rapidamente anche il posato Rupert Friend (nella parte di Theo Van Gogh) e l’eclettico Mathieu Amalric (nel ruolo del dottor Paul Gachet).

Insomma, un cast mirabolante, che rende ancora più affascinante e indimenticabile il nuovo capolavoro di Julian Schnabel.

2019-01-07T19:50:17+00:00